I Pods di Instagram si stanno diffondendo: ci dobbiamo preoccupare? – informaticalibri.it
 

I Pods di Instagram si stanno diffondendo: ci dobbiamo preoccupare?

| Posted in Tech

Le persone ‘Pod’. I piselli. Quella società di stoccaggio in movimento. Queste sono solo alcune cose che vengono in mente quando pensiamo ai Pod (baccelli in italiano). Tuttavia, nessuno di loro spiega in modo adeguato quali sono i Pods di Instagram. “Instagram pod” suona leggermente inquietante, quindi Mashable ha dato una spiegazione questo misterioso termine dei social media, e non è così spaventoso come sembra.

Proprio come Facebook, Instagram ha un algoritmo che determina quale contenuto farci vedere – cosa che ha senso, considerando che Facebook possiede Instagram. Così i “Pods” sono stati formati dagli utenti di Instagram – di solito fotografi e blogger di stile di vita e influenzatori – come un tentativo di bypassare l’algoritmo per ottenere più simpatie e seguaci.

I Pods di Instagram sono gruppi segreti di circa 15 persone dai simili interessi, il cui obiettivo è quello di ottenere più approvazione e seguaci su Instagram. Dal momento che Instagram ha cambiato il suo algoritmo per non mostrare più messaggi in ordine cronologico inverso, ma in base a quali contenuti con cui hai maggiori probabilità di impegnarti, alcune persone pensano che questi pods aiutino. Altri non ne sono così convinti.

Ogni gruppo pod ha le proprie regole, ma l’idea generale è condividere il proprio post più recente, o un post che si sta cercando di promuovere, nel pod. Poi, gli altri membri lasciano un ‘like’ sul post e lo commentano al più presto per creare interazione. La scrittura di commenti specifici riguardo ai post di un membro di un pod – anziché scrivere emojis o commenti generici – funziona meglio quando si tratta di lavorare intorno all’algoritmo di Instagram.

Mentre Racked ha scritto che i Pods di Instagram sono troppo recenti per capire se sono effettivamente efficaci o meno, hanno un vantaggio concreto: questi pods possono agire come mini gruppi di supporto per gli utenti di Instagram. Quindi, anche se non c’è bisogno di temere le persone del pod, potreste desiderare di tenere aperti gli occhi per le interazioni simili ai pod, in quanto non sono tanto genuini quanto le interazioni reali.


Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

informaticalibri.it ©2017. All Rights Reserved.
Powered by WordPress. Theme by Phoenix Web Solutions